Fofi. Riaccreditato corso Ecm-Fad Covid-19 e test diagnostici

La Fofi ha reso noto, in una circolare, che il corso Ecm-Fad dal titolo “Covid-19 e test diagnostici: aspetti scientifici, regolatori e operativi” realizzato dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani e dalla Fondazione Francesco Cannavò, con la collaborazione di Federfarma e con il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità, è stato riaccreditato presso l’Agenzia Nazionale per i servizi sanitari regionali (Age.na.s) e sarà nuovamente fruibile dal 17 gennaio p.v. al 30 giugno p.v..

Il corso – si legge nella circolare – non è sponsorizzato; è fruibile gratuitamente per tutti i farmacisti; è erogato dal provider Imagine Srl, accreditato presso Age.na.s con ID 6; è fruibile mediante l’iscrizione alla piattaforma FAD al link https://www.ecmadistanza.it/fadtestcovid19/, seguendo le istruzioni riportate nel sito; nell’apposito spazio “Hai un codice da attivare?” richiede l’inserimento del codice alfanumerico: FCDIACV19; ha una durata di 2 ore e 40 minuti (escluso il materiale di supporto); consente l’attribuzione di 6,5 crediti formativi per coloro che avranno superato il questionario di apprendimento con conseguente certificazione di profitto.

Tenuto conto che le tematiche trattate nel suddetto corso sono soggette a costante evoluzione scientifica e normativa – sottolinea la Fofi – nel ringraziare per l’impegno profuso dal Responsabile Scientifico del corso, Sen. Dr. Luigi D’Ambrosio Lettieri, Vicepresidente della FOFI, si evidenzia che la Fondazione Cannavò è già impegnata a coordinare il lavoro dei relatori al fine di aggiornare i contenuti didattici del corso formativo in oggetto editando una seconda edizione dello stesso.

Anche in relazione alla rapida evoluzione del contesto sanitario di riferimento che riconosce al farmacista e alla farmacia una posizione di assoluto rilievo, questa Federazione ribadisce quanto sia fondamentale per la professione il costante adeguamento del patrimonio di saperi che, con riferimento all’esecuzione dei test diagnostici, rappresenta un imprescindibile presupposto a garanzia del servizio erogato.

Vista l’importanza della tematica, la Fofi chiede, infine, cortesemente ai Presidenti di Ordine di assicurare la massima diffusione della presente circolare presso gli iscritti.

CORRELATI