Fibromi uterini. Aifa vieta la vendita del farmaco Esmya

L’Aifa ha reso noto di aver disposto il divieto di vendita in Italia del medicinale Esmya (ulipristal acetato) utilizzato nel trattamento pre-operatorio dei sintomi da moderati a gravi di fibromi uterini in donne adulte in età riproduttiva, oggetto a febbraio 2018 di un allarme dell’Ema dopo che aveva ricevuto diverse segnalazioni di danni epatici nelle donne che si erano sottoposte alla terapia.

L’Agenzia italiana del farmaco ha vietato la vendita di Esmya in tutte le confezioni, dell’ Gedeon Richter Italia.

Il divieto rimarrà in vigore sino alla conclusione della procedura di revisione del rapporto beneficio/rischio del principio attivo Ulipristal acetato 5 mg e ai risultati sull’efficacia delle misure di minimizzazione del rischio.

Esmya è un medicinale utilizzato per il trattamento dei sintomi da moderati a gravi di fibromi dell’utero in donne adulte non ancora in menopausa. I fibromi dell’utero sono tumori non cancerosi (benigni) dell’utero.

Il principio attivo contenuto in Esmya, ulipristal acetato, blocca l’attività del progesterone, un ormone dell’organismo che è deputato al controllo della crescita del rivestimento dell’utero.

CORRELATI