Federfarma Servizi e vaccinazione della Distribuzione Intermedia: plauso alla Toscana

Federfarma Servizi plaude alla decisione della Regione Toscana di riconoscere gli operatori della Distribuzione Intermedia del farmaco tra le figure afferenti il comparto sanitario e aventi diritto alla vaccinazione contro il Covid-19.
“E’ un grande risultato poter mettere in sicurezza i lavoratori delle nostre Aziende”, dichiara il Presidente Antonello Mirone, “che consentirà di garantire la continuità del servizio pubblico ad alta valenza sanitaria che svolgiamo a supporto delle farmacie, parafarmacie,

strutture ed operatori sanitari”.
L’Associazione Nazionale di rappresentanza delle Aziende di Distribuzione di proprietà dei Farmacisti ha chiesto già da tempo la vaccinazione dei suoi circa 4mila lavoratori al Ministero della Salute, al Commissario Straordinario per l’emergenza e a tutti i Governatori regionali.
“Siamo molto soddisfatti della profonda sensibilità istituzionale e operativa manifestata dalla Regione Toscana, con la quale le nostre Aziende hanno collaborato costantemente durante questa emergenza sanitaria, svolgendo anche gratuitamente servizi indispensabili

per la tutela della salute pubblica, dalla distribuzione delle mascherine alla popolazione nella Fase 1 a quella dei vaccini antinfluenzali.”
Federfarma Servizi auspica che anche le altre Regioni considerino adesso improrogabile la vaccinazione degli operatori della Distribuzione Intermedia del farmaco, senza il cui supporto sarebbe impossibile garantire la dispensazione in Farmacia sinora assicurata con assoluta continuità.
Conclude il Presidente Mirone “In questo momento di grande allerta sanitaria vaccinare i nostri operatori è un atto di responsabilità verso la popolazione e confidiamo vivamente che tutte le Regioni non vogliano mettere a rischio il nostro comparto lasciandoci vaccinare nella Fase 3

come un semplice servizio pubblico: il bene salute ha la priorità e il lavoro delle nostre Aziende è distribuire salute”.

CORRELATI