Giuseppe Salvato

Giuseppe Salvato vive la sua condizione di dottore commercialista insolito in giro per l’Italia -e presso il Dipartimento di Farmacia a Bologna, dove è professore a contratto di Acquisizione di Capacità Gestionali e Relazionali-, avendo interrotto da diversi anni le attività tipiche della professione per seguire l’istinto: da consulente direzionale per le PMI si impegna a migliorare la qualità dell’aria che si respira nei luoghi di lavoro, la medesima che respirano i clienti contribuendone a delineare il destino.
Frequenta, pertanto, quegli imprenditori che vogliono condividere tale “follia” individuando soluzioni innovative in un mondo dominato sempre più dall’economia e, allo stesso tempo, dall’economia reso sempre più complesso. Nuove idee, modelli organizzativi, analisi e previsioni, spinta commerciale… con l’obiettivo di tirar fuori da ogni individuo ciò che tutti hanno: l’intraprendenza, che emerge solo se c’è passione in quello che si fa e in quello che si crede. D’altronde, ama il suo lavoro perché lo pagano per imparare; e la consulenza direzionale è un vestito su misura: i “tagli” sono inutili se manca un’ottima capacità di “cucito” tra le varie componenti aziendali.

PRESENTAZIONE DEL BLOG

Comunicare come cambiare e cambiare come comunicare. Non è uno scioglilingua, ma la sintesi di come vivere al passo con il nostro tempo. Due verbi d’azione: “COMUNICARE” e “CAMBIARE”; in breve “2C”, la formula più importante in questo momento storico per gli individui, per le aziende e per la stessa società.
L’interazione è veloce, al pari del progresso, e noi tutti dobbiamo essere pronti ad apprendere le nuove conoscenze e a percepire le nuove relazioni sociali -anche virtuali- per essere parte attiva del cambiamento, per non esserne travolti.
“Ho cambiato molte volte lavoro nella mia vita, sempre per scelta, e mai tornerei indietro pur ripercorrendo tutto ciò che ho fatto: funzionario in un ente pubblico, controller in una grande azienda, commercialista, docente, venditore, consulente di direzione. Ogni volta ho dovuto mettere in discussione me stesso senza rimpianti né giustificazioni, ma guardando avanti e apprendendo da chi, prima di me, aveva intrapreso la mia nuova strada.
Ho così imparato che il cambiamento non è (solo) tecnologia, ma innanzitutto un onesto confronto con noi stessi e con le nostre ambizioni, una comunicazione introspettiva necessaria per sopportare meglio lo sforzo che chi intende vivere il futuro deve in ogni caso affrontare. Comunicazione e cambiamento, quindi, sono inscindibili e in questo blog desidero confrontarmi a viso aperto con tutti voi perché possiamo assieme condividere idee che ci consentano di divenire persone e organizzazioni migliori”.

43 videos
2 subscribers
965 views