Infiltrazioni mafiose in una farmacia milanese. Revocata licenza

in questo video

Il Comune di Milano ha revocato la licenza, a seguito di un’interdittiva antimafia firmata dalla Prefettura, alla farmacia Caiazzo, il cui titolare era rimasto coinvolto in un’inchiesta della Dda di Milano che nel marzo 2016 aveva portato ad una serie di arresti tra cui quello di Giuseppe Strangio, accusato anche di aver usato soldi della ‘ndrangheta per partecipare proprio all’acquisto della farmacia.

CORRELATI

LEAVE YOUR COMMENT