L'ingresso del capitale ha un po' cambiato le regole del gioco nel mondo della farmacia italiana, pertanto per poterle stravolgere è opportuno conoscerle. Ne abbiamo parlato con la professoressa Erika Mallarini reduce da un'interessante ricerca sul mercato della farmacia in Cina.

©Redazione 

Letto 1209 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Articoli correlati (da tag)

  • Consegna farmaci con droni. Mallarini: una possibilità in più per le farmacie

    Nei giorni scorsi a Grosseto il primo esperimento dell'Asl per la consegna dei farmaci con i droni nelle isole, soprattutto quando le condizioni meteo sono avverse. Per la professoressa Erika Mallarini l'home delivery non ci deve preoccupare perché le stesse farmacie hanno la possibilità di innovare rispetto alle forme con le quali viene regolata la dispensazione dei farmaci.

    ©Redazione 

  • Disabilità: la farmacia italiana è inclusiva?

    Al Diversity Brand Award, manifestazione ideata da Francesco Vecchioni,presidente di Diversity e Sandro Castaldo, docente di Marketing presso l'Università Bocconi, non era presente nessun attore del mondo sanitario, nè pubblico,nè privato. Da qui l'idea di avviare un'indagine i cui primi dati vengono presentati in quest'intervista da Erika Mallarini.

    ©Redazione  

  • La farmacia italiana fa sistema. A PharmExpo presentato il nuovo progetto

    Oggi le farmacie italiane si confrontano con diversi stakeholders come il Ssn, le ASL, le Assicurazioni Etc., ma non sono un sistema. L'idea è creare un sistema a "geometrie variabili", ovvero dei gruppi e dei sottogruppi di farmacie che aderiscono ad una determinata iniziativa, in funzione delle proprie caratteristiche.

    ©Redazione 

  • EMA. Mallarini: persi 1,7 miliardi l'anno ma in Italia c'è maggiore consapevolezza rispetto alla farmaceutica

    La proposta avanzata dall'Italia era estremamente competitiva ed il settore farmaceutico ha una serie di vantaggi rispetto a quelli degli altri Paesi, quindi l'aspettativa era alta ed è comprensibile la delusione. Abbiamo uno dei sistemi Sanitari fra i più efficienti, non solo d'Europa, anche dal punto di vista qualitativo. Forse ha pesato la burocrazia italiana e la percezione che, soprattutto alcuni Paesi, hanno nei confronti dell'Italia.

    ©Redazione 

  • La farmacia greca ha grosse difficoltà ma ha risposto con la cooperazione

    La Grecia guarda con interesse e curiosità l'evoluzione nel sistema delle farmacie italiane e, nonostante questo spaventi molto la categoria, il Paese ellenico ha una forte ammirazione nei confronti dei cambiamenti in atto, soprattutto quelli relativi all'ingresso del capitale. La sostenibilità economica delle farmacie è stata messa a dura prova dalla liberalizzazione del 2015. Ne abbiamo parlato con il presidente di Federfarma Palermo, Roberto Tobia, delegato rappresentante internazionale di Federfarma.

    ©Redazione 

  • Ddl concorrenza: se gestito può portare dei benefici

    L'aggregazione del retail farà perdere il proprio ruolo ai grossisti perché le reti di farmacie realizzeranno i propri centri di logistica. Progressivamente vedremo una concentrazione dei centri intermedi per rimanere sul mercato ma anche una progressiva sostituzione di questi ultimi con i CE.DI. Il Ddl concorrenza rappresenta sicuramente una minaccia ma se gestito può portare sicuramente dei benefici". Parla la professoressa Erika Mallarini, docente di Public Management all'Università Bocconi.

    ©Redazione

  • Innovare e fare rete. La ricetta per non soccombere al capitale

    "I cambiamenti in atto non consentono più di pensare ad un modello tradizionale di farmacia, è opportuno attrezzarsi e innovare. La rete rappresenta un' importante opportunità per le farmacie, può valorizzare i professionisti della salute ma è opportuno cambiare approccio e abbandonare quel senso di sfiducia che ne rallenta la piena attuazione". Parla Erika Mallarini, docente di Public Management presso l'Università Bocconi di Milano.

    ©Redazione 

  • Pharmaceutical Care e Farmacia dei Servizi. Erika Mallarini chiarisce la differenza

    Erika Mallarini, docente di Pubblic Management Università SDA Bocconi, chiarisce la differenza tra il concetto di Pharmaceutical Care e quello di Farmacia dei Servizi.

    ©Redazione

  • Le farmacie devono rappresentare un valore aggiunto per le aziende

    "Il rapporto fra le aziende farmaceutiche ed i pazienti sta cambiando notevolmente. Il ruolo dei farmacisti e delle farmacie deve cambiare, non può più essere solo intermediazione logistica. Deve rappresentare un valore aggiunto che vada al di là della marginalità del prodotto". A parlare Erika Mallarini, docente di Public Management SDA Bocconi

    ©Redazione 

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


unisalento         avis