L'aggregazione del retail farà perdere il proprio ruolo ai grossisti perché le reti di farmacie realizzeranno i propri centri di logistica. Progressivamente vedremo una concentrazione dei centri intermedi per rimanere sul mercato ma anche una progressiva sostituzione di questi ultimi con i CE.DI. Il Ddl concorrenza rappresenta sicuramente una minaccia ma se gestito può portare sicuramente dei benefici". Parla la professoressa Erika Mallarini, docente di Public Management all'Università Bocconi.

©Redazione

Letto 1096 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)

Articoli correlati (da tag)

  • Rinnovo convenzione Regioni-farmacie. Gizzi: "Valorizzare il ruolo del farmacista"

    Dopo il tavolo fra Sisac, Federfarma e Assofarm per il rinnovo della convenzione, abbiamo sentito il presidente di Assofarm Venanzio Gizzi. " Pensiamo ad un accordo che valorizzi appieno il ruolo e la funzione del farmacista, in grado di superare le derive in cui è stato costretto ad operare negli ultimi anni".

    ©Redazione 

  • L'arrivo del capitale non deve spaventare le farmacie. Bisogna cogliere le opportunità che ne derivano

    "I cambiamenti del mercato non saranno repentini, pertanto c'è tempo per organizzare strategicamente nuove soluzioni per essere competitivi. Le farmacie non devono restare ferme e dovranno investire in un settore in crescita come quello della salute, distinguendo il business professionale da quello di tipo commerciale". Intervista a Sandro Castaldo, docente di Economia e Gestione delle Imprese all'Università Bocconi.

    ©Redazione

  • Emilia Romagna. Dpc fa crescere la spesa sanitaria? Dichiarazioni infondate

    I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno presentato un'interrogazione per fare chiarezza sulle spese relative alla distribuzione per conto dei farmaci. La Dpc garantisce che il farmaco arrivi in tutte le farmacie regione. I costi sono uguali e in alcuni casi anche più bassi. Intervista al presidente di Federfarma Emilia Romagna, Achille Gallina Toschi.

    ©Redazione

  • Al via il progetto “Seguilaterapia”, l’iniziativa di Federfarma Catanzaro sull’aderenza alla terapia

    Minimo rischio di ospedalizzazione, minori complicanze associate alla malattia, maggiore sicurezza ed efficacia dei trattamenti e riduzione dei costi per le terapie, il tutto a vantaggio di un Sistema Sanitario sostenibile e sempre più al servizio del paziente. Con questi obiettivi sarà presentato il 26 settembre a Lamezia, il progetto ‘Seguilaterapia’, per assicurare al meglio l’aderenza del paziente cronico e poli-trattato al trattamento terapeutico prescrittogli e che vedrà la stretta collaborazione tra medico di medicina generale e farmacista.

    ©Redazione

  • Innovare e fare rete. La ricetta per non soccombere al capitale

    "I cambiamenti in atto non consentono più di pensare ad un modello tradizionale di farmacia, è opportuno attrezzarsi e innovare. La rete rappresenta un' importante opportunità per le farmacie, può valorizzare i professionisti della salute ma è opportuno cambiare approccio e abbandonare quel senso di sfiducia che ne rallenta la piena attuazione". Parla Erika Mallarini, docente di Public Management presso l'Università Bocconi di Milano.

    ©Redazione 

  • Promofarma: Nicola Stabile è il nuovo presidente

    La società di servizi del sindacato titolari ha un nuovo presidente, Nicola Stabile già eletto alla guida di Federfarma Campania; con lui nell'assemblea ordinaria hanno ricevuto l'incarico di consiglieri: Fabrizio Zenobii, presidente di Federfarma Pescara, Mariella Ippolito, presidente di Federfarma Caltanissetta, Salvatore Caruso, presidente di Federfarma Siracusa, Paolo Betti, presidente di Federfarma Trento, e Carlo Rebecchi, presidente di Federfarma Genova. Per garantire continuità operativa e progettuale il nuovo presidente ha già fissato al 19 luglio la prima seduta del nuovo cda, sentiamolo in questa intervista

    ©Redazione 

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis