Pin It

ricetta digitale 2Dopo le segnalazioni ricevute da diversi farmacisti titolari, raggiunti da e-mail spesso anonime in cui si propongono veloci trattative dirette all'acquisto della farmacia, Federfarma ha inviato a tutti gli associati una comunicazione in cui raccomanda ai titolari, che ricevono da intermediari sconosciuti proposte di acquisto o richieste di contatto per un'eventuale cessione della farmacia, di muoversi con estrema cautela e di non cedere alla fretta. "Anche per il tenore delle missive - avverte Federfarma - è evidente che tali offerte intendono far leva sul senso di incertezza che può scaturire da un momento di cambiamento come l'attuale, in cui si stanno aprendo nuovi scenari per il capitale".

"Il sindacato invita tutti i colleghi a valutare con estrema attenzione e circospezione le proposte di acquisizione che possono pervenire"

"Proprio per fare fronte a tale novità - ricorda la circolare della Federazione - si stanno individuando e mettendo a punto nuove sinergie e nuovi strumenti organizzativi, anche con la collaborazione di consulenti ed esperti del settore, per garantire il futuro e la redditività della farmacia indipendente» Questi strumenti, rassicura Federfarma, "saranno oggetto di valutazione già nel corso della prossima Assemblea"." Nel breve lasso di tempo che porterà alla presentazione ufficiale di tali risposte - conclude il comunicato - il sindacato invita tutti i colleghi a valutare con estrema attenzione e circospezione le proposte di acquisizione che possono pervenire, a maggior ragione se prive di un chiaro interlocutore, per evitare scelte che potrebbero rivelarsi, entro un breve lasso di tempo, affrettate o, nella peggiore delle ipotesi, causa di sgradevoli conseguenze". 

©Redazione

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis