Pin It

broncopneumopatia cronica ostruttivaDurante il congresso internazionale "Highlights in allergy and respiratory diseases", presieduto dal Prof. Giorgio Walter Canonica, tenutosi nei giorni scorsi a Genova, è stato annunciato che nei primi mesi del 2017 arriveranno nuovi farmaci contro Broncopneumopatia cronica ostruttiva e asma. "Due nuove molecole, nei prossimi mesi sul mercato - ha spiegato il prof. Giorgio Walter Canonica - saranno fondamentali nella gestione e nella cura di queste patologie e arriveranno nei primi mesi del 2017.

I nuovi farmaci in arrivo sono anticorpi monoclonali: Mepolizumab e Benralizumab, Reslizumab, (anti IL5); Dupilumab ( anti IL4 -13) ". Ma gli allergologi lanciano anche l'allarme circa la scarsa aderenza alle terapie consigliate dai medici da parte dei pazienti: "Soltanto una persona su 10 - spiega Fulvio Braido, Dirigente Medico dell'Ospedale San Martino di Genova - svolge correttamente la terapia. Circa il 60% dei pazienti, invece, fa terapia occasionale o a cicli.

Tra coloro che decidono di saltare la figura dello specialista si sottolinea un abuso di vasocostrittori e antistaminici di prima generazione per il trattamento della rinite. Scarsa l'attenzione nei casi di rinite come aggravante o prodromo dell'asma. Spesso trascurate anche le infezioni bronchiali ricorrenti ritenute eventi a sé stanti e non dipendenti da patologia di base come BPCO o asma".

Sono circa 5,5 milioni gli italiani che soffrono di BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva); 3 milioni quelli interessati dall'asma; più di 300mila chi è malato invece di asma grave. Tutte le fasce d'età sono interessate, ma la maggiore incidenza, con un aumento proprio negli ultimi mesi, si verifica negli anziani. In aumento anche l'incidenza di BPCO nelle donne. Per i prossimi mesi, però, la situazione non migliorerà: gli specialisti, infatti, prevedono un ulteriore incremento della sensibilizzazione allergica, un ampliamento dei soggetti interessati per esposizione al fumo, un incremento ostruzione bronchiale cronica da inquinanti. 

©Redazione

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis