Pin It

omeopatiaLa Federal Trade Commission statunitense ha deciso che le aziende produttrici di farmaci omeopatici saranno tenute a rispettare gli stessi standard di efficacia e sicurezza di qualunque farmaco da banco, dunque ogni affermazione deve essere supportata scientificamente.

Con un documento esaustivo che prende il nome di "Enforcement Policy Statement on Marketing Claims for Over-the-Counter (OTC) Homeopathic Drugs", l'ente regolatore americano impone che le etichette riportino la loro inefficacia a meno che l'efficacia non sia stata dimostrata con la stessa accuratezza richiesta ai farmaci tradizionali. Tali scritte dovranno essere posizionate in prossimità di quelle che vantano le indicazioni cliniche del farmaco omeopatico. La FTC ha deciso di far applicare un regolamento introdotto nel lontano 1972 che impone alle aziende di motivare ogni claim di efficacia clinica di un prodotto. "Per la maggior parte dei farmaci omeopatici - scrive l'ente regolatorio sul proprio sito - le prove di efficacia si basano solo su teorie tradizionali, e non ci sono studi validi che utilizzino il metodo scientifico tradizionale. Pertanto le affermazioni per questi prodotti spesso possono confondere. L'Ftc ha da tempo riconosciuto che le affermazioni di marketing possono contenere informazioni aggiuntive. Una affermazione su un farmaco omeopatico potrebbe non essere fuorviante se comunica che non ci sono evidenze scientifiche che il prodotto funziona e che le affermazioni sull'efficacia si basano solo su teorie del 1700 che non sono state accettate dalla maggior parte degli esperti moderni".  

©Redazione

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis