Pin It

viagraDurante il congresso della Società italiana di Urologia sono stati presentati i dati elaborati da Ims Health sul consumo di viagra in Europa. Dall'indagine è emerso che l'Italia si posiziona al secondo posto nella classifica dei consumi di farmaci contro la disfunzione erettile, subito dopo il Regno Unito: quasi 86 milioni di compresse vendute in 18 diciotto anni.

Inoltre, è stata tracciata una mappa dei consumi nazionali del farmaco e tra le regioni in cima alla classifica è risultata la Lombardia seguita da Emilia Romagna, Toscana, e Liguria. La Regione dove si registrano i minori consumi è invece la Basilicata: con solo 230 pillole blu ogni mille over 40. In generale nelle città del Sud i consumi si attestano su valori al di sotto della media. Tra le città, in cima alla graduatoria c'è Roma con oltre 570mila pastiglie vendute nel 2013. Vincenzo Mirone, segretario generale della Società italiana di Urologia, ha affermato che l'avvento del Viagra ha permesso di scoprire che molti italiani soffrono di disfunzione erettile, problematica che incide negativamente sulla vita di coppia. Inoltre, l'esperto ha sottolineato che il Viagra non viene consumato solo da persone mature, ma anche dai giovani. Pare che un italiano su 4 con problemi di erezione abbia meno di 40 anni. Il dato è stato scoperto durante gli esami svolti negli ambulatori italiani di urologia e andrologia. Secondo gli urologi, però, a contribuire all'aumento dei consumi negli under 40 sono anche i cattivi stili di vita: obesità, fumo, abuso di sostanze alcoliche e scarsa attività fisica finiscono per ripercuotersi sulla salute e portano a un calo dei livelli di testosterone, dando origine a una cascata di eventi che concorrono a comporre il quadro tipico della sindrome metabolica, di cui la disfunzione erettile è un sintomo. 

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis