Pin It

foto 6 gottaI risultati di una network metanalysis, che ha messo a confronto farmaci ipouricemizzanti con meccanismi d'azione differenti al fine di valutarne sia l'efficacia che la safety, hanno dimostrato che il trattamento con febuxostat sembra essere il più efficace tra i farmaci ipouricemizzanti attualmente disponibili per il trattamento della gotta, nonché quello più sicuro, essendo associato il suo impiego ad un numero di eventi avversi sensibilmente inferiore.

Gli autori dello studio hanno allestito una network metanalysis in quanto in grado, rispetto alla metodologia delle metanalisi tradizionali, di valutare l'efficacia relativa di 2 trattamenti anche quando questi non sono direttamente messi a confronto nei trial clinici randomizzati. Sulla base di questi presupposti è stata prima condotta una ricerca sistematica della letteratura sui principali database bibliografici biomedici, finalizzata all'individuazione di tutti i trial clinici randomizzati di intervento basati sull'impiego dei farmaci anti-gotta attualmente disponibili, confrontati vs placebo o tra di loro. I risultati della metanalisi hanno documentato la capacità di ciascuno dei farmaci testati di essere efficace rispetto al placebo nel ridurre i livelli di uricemia (sUA). Il trattamento con febuxostat, tuttavia, è risultato essere quello associato con il miglior profilo di efficacia e sicurezza rispetto agli altri farmaci. Non solo: al dosaggio di 120 mg QD, il trattamento con febuxostat è risultato più efficace, rispetto ad allopurinolo, nel portare al target i livelli di sUA, nonché il trattamento più sicuro. La gotta è il risultato di livelli elevati di acido urico nel sangue che si verificano in seguito alla sovrapproduzione di acido urico (10%) o alla ridotta escrezione di urati (90%), con sviluppo di cristalli di acido urico che si localizzano all'interno o intorno le alterazioni colpite. Più elevati sono i livelli di uricemia (sUA), maggiore è il rischio di insorgenza di gotta e di comorbidità associata. 

©Redazione

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis