Pin It

PerugiaL'Ordine dei Farmacisti della Provincia di Perugia, in collaborazione con Federfarma e Agifar Umbria, ha organizzato il corso di formazione e aggiornamento "I farmaci innovativi: Ieri, Oggi & Domani", che si è tenuto a Perugia, giovedì 3 marzo, presso la sede di Farmacentro.

Durante l'incontro si è fatto il punto sulle difficoltà che incombono sul farmacista territoriale nell'affrontare i delicati compiti di farmacovigilanza, fondamentali soprattutto per i farmaci innovativi, dove la valutazione del grado di sicurezza ed efficacia si basa esclusivamente sui pochi dati disponibili al momento dell'autorizzazione, abbastanza limitati rispetto a quelli che si hanno circa i farmaci presenti da più tempo sul mercato. Gianluca Ceccarelli, presidente di Federfarma Perugia, a margine dell'evento ha dichiarato: "questa iniziativa è molto importante per far conoscere meglio i farmaci innovativi che ancora non passano dal canale farmacia. È indispensabile aiutare i farmacisti a far crescere la professione, in modo che la farmacia diventi sempre più il punto fermo del terminale intelligente del Ssn. Stiamo conducendo una trattativa con la Regione per il rinnovo del contratto integrativo per conto che possa includere anche i farmaci innovativi. Le nostre richieste riguardano la distribuzione presso le farmacie territoriali dei nuovi farmaci anticoagulanti orali e di tutti i farmaci innovativi". Anche il presidente di Agifar Umbria, Filiberto Orlacchio, ha espresso il suo parere sull'importanza dei farmaci innovativi e della farmacovigilanza: "i farmaci innovativi e la farmacovigilanza sono il futuro della professione. La farmacovigilanza è una materia molto importante per il farmacista territoriale che ogni giorno viene a contatto con i pazienti che utilizzano i farmaci innovativi. Il farmacista del territorio ha il compito e l'incombenza di adempiere alle difficoltà della farmacovigilanza, che potrebbe portare notevoli risparmi al Ssn".

©Redazione  

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis