Pin It

CaduceoCzSabato 27 febbraio si è tenuta a Catanzaro, nell'auditorium del campus dell'Università Magna Grecia, la Cerimonia del Caduceo organizzata dall'Ordine dei Farmacisti in collaborazione con Federfarma Catanzaro, con la partecipazione di oltre 400 farmacisti della provincia.

La manifestazione è stata soprattutto l'occasione per i farmacisti di ripercorrere il lungo cammino dell’Ordine professionale e di Federfarma Catanzaro, che ha visto svilupparsi con progressione quasi geometrica la propria attività a tutela non solo delle farmacie ma di tutta la cittadinanza, al punto da farla assurgere ad un ruolo di protagonista ben al di fuori dei confini provinciali. Molteplici e di grande interesse per la categoria i temi trattati: il ruolo del farmacista all'interno del Sistema sanitario nazionale, la formazione professionale, la digitalizzazione della pratica quotidiana e la ricetta elettronica.

La cerimonia è stata aperta dal presidente dell'ordine, Vitaliano Corapi, dal presidente di Federfarma, Vincenzo De Filippo, e dal presidente della Fondazione Caduceo, Carlo Barbalace. Inoltre, hanno partecipato all'evento le maggiori figure istituzionali del settore: il senatore Andrea Mandelli, presidente Federazione ordine dei farmacisti, il suo vice, il senatore Luigi D'Ambrosio Lettieri, la dottoressa Anna Rosa Racca, presidente Federfarma nazionale e il presidente dell'Ente nazionale di previdenza, Emilio Croce.

Prima del giuramento letto dai neo iscritti è stato consegnato il Caduceo d'oro ai farmacisti con 40 anni d'iscrizione, mentre il Caduceo d'argento con la consegna della pergamena di benvenuto è stato consegnato ai neo iscritti. Il presidente di Federfarma Calabria, Vincenzo De Filippo, ha commentato con soddisfazione l'evento: "La cerimonia è nata per dare un giusto riconoscimento sia ai colleghi che hanno raggiunto i 40 anni di professione e che quindi hanno dato molto alla farmacia, dedicando la propria vita al servizio delle persone, in ogni momento della giornata, 365 giorni l’anno, anche di notte, anche di domenica, sacrificando la propria vita privata per andare incontro alle esigenze della popolazione; nonché ai giovani che si affacciano alla professione, consegnando delle borse di studio, che permetteranno loro di approfondire le proprie conoscenze e ampliare la propria preparazione in modo da essere in grado di affrontare le nuove sfide che attendono la nostra professione. La farmacia, infatti, è al centro di un processo di profondo cambiamento ma resterà sempre un elemento di riferimento fondamentale per i cittadini. Starà soprattutto ai giovani colleghi, tenere dritta la barra della professione e mettere al centro sempre la nostra deontologia professionale, l’attenzione alle persone, la preparazione e l’umanità che contraddistinguono l’attività del farmacista".

©Redazione

CLICCA QUI PER I VIDEO INTEGRALI  

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis