News dal Web

spesa farmaceuticanewA margine della conferenza stampa, dopo l'approvazione in Consiglio dei ministri della bozza di Manovra per il 2018, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha dichiarato: "abbiamo risolto la questione del payback: viene previsto che l'Agenzia italiana del farmaco concluda con le aziende farmaceutiche le transazioni relative ai contenziosi ancora pendenti al 31 dicembre 2017, aventi ad oggetto il ripiano della spesa farmaceutica, territoriale e ospedaliera per gli anni 2013, 2014 e 2015, al fine di consentire la definizione bonaria delle posizioni debitorie delle aziende farmaceutiche". Infatti, ha spiegato la ministra, "avevamo contenziosi per circa un miliardo di euro ogni anno; dal 2017 torneremo invece alla fase di normalità del sistema, che comporta per tutto il mondo del farmaco e della governance del farmaco la possibilità di trattative anche sul prezzo sempre migliori, oltre che un miglioramento sulla velocità autorizzativa dei farmaci. Ciò è molto importante per le istituzioni e ci permette di cominciare dal 2017-18 una nuova era".

Leggi tutto...

Donazione farmaciCon l'arrivo della stagione dell'influenza, l'associazione di volontariato Pronto Soccorso dei Poveri distribuirà da domani contenitori in tutte le farmacie di Lecce dove poter conferire medicinali da donare a chi ne ha bisogno. L'idea è semplice e chiara: comprare, o donare, farmaci da banco e lasciarli a disposizione di chi ne ha bisogno. A spiegare nel dettaglio l'idea è il presidente dell'Associazione Tommaso Prima, il quale dice: "a partire da domani tutti noi volontari distribuiremo in tutte le farmacie o parafarmacie di Lecce un apposito contenitore, dove chi è intenzionato a farlo, potrà comprare e conferire farmaci da destinare alle famiglie povere e bisognose leccesi che non hanno neanche la possibilità economica di acquistare questi farmaci indispensabili per affrontare i primi malanni di stagione". I farmaci che si possono conferire nei contenitori sono tutti quelli che non necessitano di prescrizione medica. Si va, quindi, dalle aspirine agli antidolorifici, passando dalle creme antibiotiche fino agli integratori. "Invitiamo tutti i cittadini – conclude Tommaso Prima – a collaborare a questa lodevole campagna di sensibilizzazione sociale nei confronti di chi ha realmente bisogno di aiuto".

Leggi tutto...

abuso faraciIl 12 novembre prossimo scadrà il brevetto del Cialis, il blockbuster dei medicinali di fascia C, cioè con prescrizione ma a carico dei pazienti. Nessun'altra molecola di quella categoria incassa così tanto dagli italiani, circa 146 milioni l'anno. Il noto farmaco contro la disfunzione erettile è solo uno dei 13 che in questi mesi hanno visto o vedranno cadere i diritti legati al marchio, con conseguente calo del prezzo. Si tratta di anti ipertensivi e anti colesterolo, farmaci contro l'osteoartrosi e l'ipertrofia prostatica benigna, oppure prodotti costosissimi dispensati solo in ospedale. Ancora per quest'anno e in parte anche per l'anno prossimo, i farmaci in scadenza di brevetto riguardano quelli acquistabili in farmacia. Poi la partita si sposterà prevalentemente su medicinali biologici e in generale su prodotti che vengono somministrati o consegnati ai pazienti direttamente dagli ospedali.

Leggi tutto...

menopausaUno studio presentato all'incontro annuale della North American Menopause Society, in corso a Philadelphia, ha dimostrato che i cerotti transdermici che contengono estrogeni potrebbero prevenire i sintomi depressivi nelle donne che stanno entrando in menopausa, soprattutto in quelle che hanno una vita più stressata. Sintomi depressivi sono comuni nella fase di transizione, prima di entrare nella menopausa vera e propria, quando ci sono alti e bassi di estradiolo. Secondo Joann Pinkerton, professore di ostetricia e ginecologia all'Università della Virginia, "la fase di transizione prima della menopausa è spesso un momento di grande stress familiare e a livello lavorativo. La scoperta più interessante di questo studio - sottolinea - è proprio che la terapia sarebbe più utile tra le donne più soggette a stress, che dovrebbero essere opportunamente valutate per questo, quando si rivolgono a uno specialista".

Leggi tutto...

AntitumoraliTra il 2009 e il 2013, l'Agenzia europea del farmaco ha approvato 48 nuovi farmaci contro il cancro con 68 diverse indicazioni terapeutiche. Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori inglesi e lettoni ha rilevato che per la maggior parte dei farmaci di nuova introduzione vi sono poche prove della loro efficacia sui pazienti. Per sostenere la loro affermazione, gli scienziati hanno esaminato le sperimentazioni cliniche e hanno notato che al momento in cui le terapie sono diventate disponibili, per quasi due terzi dei casi non esisteva alcuna evidenza a supporto del fatto che potessero migliorare le condizioni dei pazienti: secondo lo studio i nuovi farmaci avrebbero avuto effetti oggettivamente positivi solamente nel 10% dei casi per cui sono stati usati. Nel 57% dei casi non è stato invece riscontrato alcun vantaggio terapeutico.

Leggi tutto...

aifa2L'Agenzia italiana del farmaco ha aggiornato gli elenchi dei farmaci innovativi, cioè quelli che accedono ai fondi da 500 milioni di euro ciascuno. Le novità riguardano i trattamenti per l'epatite C, l'atrofia muscolare spinale (Sma) e la fibrosi cistica. Per quanto riguarda l'epatite C, l'Aifa ha autorizzato l'immissione in commercio di Maviret, indicato per il trattamento dell'infezione cronica da virus dell'epatite C (HCV) negli adulti. La seconda "new entry" nel fondo innovativi, Spinraza della Biogen, è un farmaco orfano utilizzato per trattare l'atrofia muscolare spinale. Infine, Vertex, farmaco per il trattamento della fibrosi cistica indicato per i pazienti di età pari o superiore a 18 anni che hanno una mutazione R117H nel gene CFTR.

Leggi tutto...

reflussoSecondo uno studio condotto dai ricercatori della University of California San Diego School of Medicine, l'assunzione di PPI si correla con un aumentato rischio di epatopatie croniche, che potrebbe essere mediato da un'eccessiva crescita di Enterobacteriacee. "La secrezione acida dello stomaco – spiegano gli autori dello studio – serve ad eliminare i microbi ingeriti; assumere farmaci come i PPI può dunque modificare la composizione del microbiota intestinale. In precedenza avevamo dimostrato che determinate tipologie di microbiota possono condizionare un aumentato rischio di epatopatie; siamo dunque andati a vedere se la soppressione della produzione acida dello stomaco potesse in qualche modo influenzare la progressione delle patologie epatiche croniche e abbiamo così scoperto che l'assunzione cronica di PPI promuove la crescita di Enterococchi nell'intestino e la loro traslocazione nel fegato, dopo possono esacerbare uno stato infiammatorio e peggiorare le epatopatie croniche".

Leggi tutto...

farmindustriaSecondo gli ultimi dati rilevati dall'Istat, nel mese di agosto 2017 la produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici è il comparto che registra la maggiore crescita tendenziale con un +22,2% rispetto allo stesso mese del 2016. Secondo Farmindustria questo aumento del 22% sottende un evidente salto di fiducia che il settore a livello globale ha compiuto nei confronti del sistema Paese. "È un dato straordinario - spiega il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi - che dimostra l'impegno che la farmaceutica ha messo per trascinare il Paese fuori dalla crisi. Un dato che continua da qualche anno, anche in altri settori e ne siamo contenti senza gelosie, ma che abbiamo intrapreso per primi. Il valore aggiunto è stato la fiducia, che ha fatto sì che arrivassero gli investimenti giusti per consolidare le nostre produzioni, destinate in larghissima parte alle esportazioni. Non si tratta, come è temuto da molti, di un aumento della spesa sanitaria. L'export è infatti in continuo aumento, con dati eccezionali. Questo grazie a un atteggiamento pro innovation, con i fondi destinati ai farmaci innovativi che hanno dimostrato come questo Paese creda nella farmaceutica e questo è stato positivo".

Leggi tutto...

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis