Pin It

cannabis-2Il direttore dell'Istituto farmaceutico militare di Firenze, il Colonnello Antonio Medica, a margine di una tavola rotonda sul tema "La persona e il diritto alla terapia. Il ruolo dello Stabilimento chimico farmaceutico militare", ha dichiarato: "il progetto cannabis, iniziato nel 2014, è arrivato al completamento della prima fase di ricerca e sviluppo per 100 kg. Ora stiamo ricevendo i finanziamenti, e arriveremo a coprire il fabbisogno nazionale portando la produzione a 300 kg entro il 2018". Inoltre, Medica ha ricordato che "lo stabilimento fiorentino è una struttura della difesa che da sempre ha partecipato e collaborato a quelli che sono i problemi di salute pubblica del paese. Dal 2007 è iniziata la produzione industriale di farmaci non reperibili, i cosiddetti medicinali 'orfani' con i quali trattiamo circa 2 mila pazienti per malattie piuttosto gravi e rare".

Cannabis: farmaceutico militare, entro 2018 produzione a 300kg

«Il progetto cannabis, iniziato nel 2014, è arrivato al completamento della prima fase di ricerca e sviluppo per 100 kg. Ora stiamo ricevendo i finanziamenti, e arriveremo a coprire il fabbisogno nazionale portando la produzione a 300 kg entro il 2018». Lo ha detto il Colonnello Antonio Medica, direttore dell'Istituto farmaceutico militare di Firenze, a margine di una tavola rotonda in Palazzo Vecchio Tavola sul tema "La persona e il diritto alla terapia. Il ruolo dello Stabilimento chimico farmaceutico militare". Medica ha ricordato che «lo stabilimento fiorentino è una struttura della difesa che da sempre ha partecipato e collaborato a quelli che sono i problemi di salute pubblica del paese. Dal 2007 è iniziata la produzione industriale di farmaci non reperibili, i cosiddetti medicinali 'orfani' con i quali trattiamo circa 2 mila pazienti per malattie piuttosto gravi e rare».

Fonte: Federfarma.it

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis