Pin It

michele di iorioÈ stato siglato ieri l'accordo tra il direttore generale dell'Asl Napoli 1, Mario Forlenza, e dal presidente di Federfarma Napoli Michele Di Iorio che si pone l'obiettivo di migliorare i tassi di partecipazione agli screening per i tumori del colon retto e della mammella. Grazie all'intesa, le oltre 300 farmacie del capoluogo diventano di fatto veicolo informativo e braccio operativo dell'Azienda sanitaria. In occasione delle campagne per la prevenzione del tumore al colon retto, presidi della croce verde assicureranno la distribuzione dei kit agli assistiti e il successivo ritiro dei campioni, che verranno poi inviati ai laboratori dell'Asl. Per quanto riguarda lo screening del tumore al seno, invece, i farmacisti inviteranno le pazienti in età utile ad aderire alla campagna, scegliendo l'ambulatorio dell'Asl più comodo e prenotando la data della visita direttamente in farmacia, attraverso il sistema Cup.

Napoli, intesa Federfarma-Asl per prevenzione e screening in farmacia

Migliorare i tassi di partecipazione agli screening per i tumori del colon retto e della mammella. È l'obiettivo che si propone il protocollo d'intesa firmato ieri dal direttore generale dell'Asl Napoli 1, Mario Forlenza, e dal presidente di Federfarma Napoli Michele Di Iorio: grazie all'accordo, in sintesi, le oltre 300 farmacie del capoluogo diventano di fatto veicolo informativo e braccio operativo dell'Azienda sanitaria, grazie alla loro capillare diffusione sul territorio. «In una farmacia» spiega in una nota Michele Di Iorio, presidente del sindacato titolari partenopeo «entrano mediamente ogni giorno 150 persone; molte di queste sono conosciute personalmente dal farmacista, il quale a sua volta gode della loro massima fiducia. Quale luogo migliore, allora, se non la farmacia per consigliare ai cittadini una visita, un controllo o l'adesione a uno screening?».

In occasione delle campagne per la prevenzione del tumore al colon retto, così, le farmacie assicureranno la distribuzione dei kit agli assistiti e il successivo ritiro dei campioni, che verranno poi inviati ai laboratori dell'Asl; per quel che riguarda lo screening del tumore al seno, invece, i farmacisti inviteranno le pazienti in età utile ad aderire alla campagna scegliendo l'ambulatorio dell'Asl più comodo e prenotando la data della visita direttamente in farmacia, attraverso il sistema Cup.

«Cominciamo questa collaborazione con le farmacie» commenta Mario Forlenza, direttore generale della Napoli 1 «con due screening, ma questo è un progetto aperto che abbiamo intenzione di consolidare». Non a caso, l'accordo ha già individuato le farmacie quale veicolo informativo per la prossima campagna di vaccinazione influenzale: negli esercizi saranno affissi manifesti e distribuito materiale informativo appositamente realizzato dall'Asl. Previsti anche incontri formativi rivolti ai farmacisti e gestiti da personale qualificato dell'Azienda sanitaria.

Fonte: Federfarma.it

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis