Pin It

gaslini genovaI ricercatori dell'ospedale Gaslini di Genova hanno individuato un nuovo farmaco efficace contro la neutropenia, una rara malattia ematologica che colpisce un paziente ogni milione di abitanti e può portare alla leucemia. A dare l'annuncio è stato il direttore generale dell'ospedale pediatrico Paolo Petralia insieme al responsabile dello studio, la dottoressa Francesca Fioredda, il direttore dell'Unità ematologia, Carlo Dufur e la mamma di una bambina di dieci anni curata con la nuova terapia.

"La neutropenia è una malattia rara caratterizzata da valori bassi di neutrofili – spiega Fioredda – un tipo di globulo bianco che difende dalle infezioni batteriche fungine, l'assenza di queste cellule è incompatibile con la vita, tanto che il 90% dei pazienti moriva nei primi anni di vita. Dal 1991 esiste un farmaco salvavita che iniettato ogni giorno ha sovvertito la prognosi dei bambini affetti da neutropenia, che oggi nel 90% dei casi hanno un'aspettativa di vita normale, sottoponendosi a controlli periodici per monitorare il rischio di trasformazione della neutropenia in leucemia, insito nella malattia stessa". "La necessità di somministrazione giornaliera però rappresentava un ostacolo per raggiungere una protezione ottimale – sottolinea Dufour – così gli ematologi del Gaslini hanno deciso di testare un nuovo farmaco a lunga azione usato per altre patologie, la somministrazione ogni 7-9 giorni dà risultati superiori e migliora la vita dei bambini". La neutropenia cronica severa (NCS) è una malattia rara caratterizzata da valori bassi di neutrofili (<200 /mmc), un tipo di globulo bianco che difende dalle infezioni batteriche fungine. L'assenza di queste cellule è incompatibile con la vita tanto che, prima della scoperta del farmaco salvavita attualmente in uso, il 90 per cento dei pazienti moriva nei primi anni di vita.

©Redazione

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis