Pin It

foto 8 leucemiaL'Agenzia Italiana del Farmaco rende disponibili nuove e importanti raccomandazioni sul rischio di pancreatite in pazienti trattati con Blincyto (blinatumomab), indicato per il trattamento di adulti con leucemia linfoblastica acuta (LLA) da precursori delle cellule B recidivante o refrattaria negativa per il cromosoma Philadelphia.

In seguito a un caso grave di pancreatite dove i sintomi erano diminuiti dopo interruzione temporanea di Blincyto e ricomparsi dopo la ripresa del trattamento (dechallenge positivo / rechallenge positivo) è stata condotta una revisione cumulativa di sicurezza sulla pancreatite dagli studi clinici e dall'esperienza post-marketing. Nella revisione sono stati rivalutati dodici casi, in tutto il mondo, con eventi riconducibili a pancreatite (inclusi pancreatite acuta, pancreatite necrotizzante e aumento degli enzimi pancreatici), tra cui un caso con esito fatale e un altro in cui si riportava dechallenge positivo e rechallenge positivo con Blincyto. Nella maggior parte dei casi, la pancreatite si è verificata entro 12 giorni dall'inizio del trattamento (tempo mediano d'insorgenza di 7,5 giorni) e in pazienti trattati in concomitanza con alte dosi di steroidi, trattati in precedenza con agenti noti per indurre pancreatite o con una malattia pancreatica pre-esistente.



federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis