Pin It

FDA copiaLa Food and drug administration, l'agenzia regolatoria americana, ha pubblicato alcuni consigli utili su come gestire al meglio i numerosi farmaci che si prendono durante la terza età: consultare sempre un medico, fare una lista completa e rivedere almeno una volta l'anno tutto l'elenco di farmaci e integratori che si assumono.

Considerato che superati i 60 anni, la lista delle medicine da prendere, tra farmaci, integratori e preparazioni erboristiche può aumentare notevolmente, questo potrebbe portare ad un aumento del rischio di effetti collaterali, interazioni e complicazioni. Quindi, è opportuno prendere i farmaci regolarmente e secondo le istruzioni del medico. Inoltre, bisogna evitare di assumere medicine per cui serve la prescrizione senza che il medico le abbia indicate e non saltare le dosi senza prima consultarsi con il professionista di fiducia. Altro suggerimento è quello di farsi una lista dei medicinali che comprenda il nome commerciale e generico, dosaggio e quanto spesso la si prende e portarsela dietro, magari dandone una copia a un amico o un familiare, specialmente in caso di emergenza o se si deve viaggiare.

Poi è importante conoscere le potenziali interazioni tra i farmaci ed effetti collaterali. L'interazione può aversi quando un farmaco, un integratore o preparazione erboristica influiscono sul funzionamento di un altro, e non bisogna dimenticare che cibi, bevande e alcolici reagiscono con i farmaci. Se si vedono più medici, dire a ognuno quali medicine e integratori si stanno prendendo. Infine, sarebbe auspicabile rivedere i farmaci con il proprio medico, discutendone se possibile ad ogni visita, in modo da verificare se sono ancora necessari. Se non è possibile farlo a ogni visita, almeno una volta l'anno; chiedere al medico un'alternativa meno costosa, se un farmaco è troppo caro; fargli sapere se non fa effetto.

©Redazione 

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis