Pin It

batteriL'Agenzia Europea dei Medicinali ha avviato una revisione dei medicinali contenenti l'antibiotico vancomicina come parte di una strategia per aggiornare le informazioni del prodotto di agenti antibatterici meno recenti nell'ambito della lotta alla resistenza antimicrobica.

La revisione delle informazioni del prodotto per antibiotici particolarmente importanti è considerato un modo fondamentale per promuoverne l'uso appropriato; lo scopo è quello di assicurare che antibiotici sicuri ed efficaci rimangano disponibili per i pazienti nel territorio dell'Unione Europea. La vancomicina è un antibiotico appartenente alla classe dei glicopeptidi. Viene somministrato per infusione in vena per il trattamento di infezioni gravi sostenute da batteri Gram-positivi come lo Staphylococcus aureus meticillino-resistente (MRSA) resistenti ad altri antibiotici, o in quei pazienti in cui altri antibiotici non possono essere usati. Viene anche somministrato per via orale per il trattamento della diarrea associata a Clostridium difficile, un'infezione che si può sviluppare in pazienti ospedalizzati trattati con altri antibiotici. I medicinali contenenti vancomicina sono stati autorizzati con procedura nazionale nel territorio UE da molti anni, come Vancocin e una varietà di altri nomi. A causa di un crescente problema di infezioni resistenti a molteplici antibiotici inclusa la vancomicina, si considera di alta rilevanza la rivalutazione del modo in cui questo antibiotico viene utilizzato per il trattamento di infezioni e che le informazioni del prodotto dei medicinali contenenti vancomicina siano aggiornate alla luce dei dati disponibili. L'EMA rivaluterà tutte le informazioni disponibili sui benefici e i rischi della vancomicina e considererà se siano necessarie eventuali modifiche alle modalità di utilizzo approvate nei vari Stati Membri. La revisione dei medicinali contenenti vancomicina, avviata su richiesta dell'Agenzia dei Medicinali spagnola (AEMPS), è stata presa in carico dal Comitato dei Medicinali per Uso Umano (CHMP), che esprimerà un parere. Il parere del CHMP sarà poi inoltrato alla Commissione Europea, che emetterà una decisione finale legalmente vincolante che sarà applicata in tutti gli Stati Membri UE. 

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis