Pin It

tumore alla prostataDurante il Congresso Europeo di Urologia, in corso in questi giorni a Monaco, è stato presentato uno studio che ha evidenziato come la terapia con abiraterone acetato, associato a prednisone, migliora la sopravvivenza globale di quasi un anno rispetto alla terapia con il solo prednisone, nei soggetti con tumore alla prostata metastatico in fase precoce e asintomatica della malattia. In particolare, abiraterone acetato più prednisone, offre un vantaggio in termini di sopravvivenza pari a 11,8 mesi rispetto al braccio di controllo con placebo più prednisone.

Questo in pazienti con tumore della prostata metastatico resistente alla castrazione in fase iniziale, meno aggressivo e non sottoposti in precedenza a chemioterapia. Oltre al beneficio di sopravvivenza, i dati dell’analisi hanno anche rilevato un miglioramento nel tempo alla progressione della malattia, del dolore correlato al tumore e della durata del trattamento, quando trattati con abiraterone acetato più prednisone rispetto a placebo più prednisone. Abiraterone acetato è la prima terapia approvata che inibisce la produzione di androgeno autoprodotto dalle cellule tumorali, che a sua volta favorisce la crescita del tumore prostatico, inibendo il complesso enzimatico CYP17 a livello dei testicoli, delle ghiandole surrenali e del tumore stesso. Abiraterone acetato è stato approvato in più di 90 Paesi e ad oggi è stato prescritto a più di 269.500 uomini in tutto il mondo.

 

federfarma     utifar      fenagifar    federfarmaservizi    pon1


coofarma bn1

unisalento         avis